Consigli ludici

Giochi di socializzazione

 

Palline da tennis e comunicazione

In cerchio in piedi, ci si passa semplicemente una, due, tre, quattro, cinque e via di seguito palline da tennis; si potrà notare come all’aumento del numero delle palline esse cominceranno a cadere. Si riparte ma questa volta con attenzione a non farle cadere.

 

La ragnatela della pallina da tennis

Stessa disposizione del precedente, ma la pallina parte e arriva sempre dalla stessa persona per la stessa persona. In questo modo tutti i giocatori devono ricevere la pallina o le palline. A una a una. Tutte ritornano al conduttore. Si possono inserire alcune variabili al gioco: ad esempio una volta definita la ragnatela, la palla non si lancia ma viene portata dal giocatore; oppure chi la deve ricevere la va a prendere; oppure i due giocatori si incontrano a metà strada. Queste variabili possono essere anche invertite nell’ordine, cioè si comincia dal portare la palla e si finisce con lanciarla. Altra variabile consiste nel cambiare la consistenza del pallone: da calcio, pallavolo, basket, rugby etc.

 

La palla in quadrato

  1. Palla agli angoli

Si forma un gruppo di quattro compagni, ognuno dei quali si posiziona in un angolo di un quadrato; si prendono due palle e si consegnano ai due angoli opposti. Le persone dovranno passare la palla al compagno che sta alla destra e raggiungere l’angolo opposto percorrendo la diagonale. Chi ha ricevuto la palla dovrà stare fermo fino a quando i compagni non saranno arrivati; poi il gioco ricomincia in rapida successione. Il gioco può essere fatto con quattro persone e due palle oppure con otto persone e quattro palle.

  1. Al centro del lato con palleggio

Variazione del gioco precedente. Il gioco si presta a numerose variazioni legate alla situazione e agli obiettivi che si vuol raggiungere. Un’ulteriore variazione è quella di inserire negli spostamenti i fondamentali di alcune discipline sportive: basket, pallavolo, calcio, pallamano, rugby. Inoltre è possibile invertire le azioni del gioco: dal dai e vai al vai e dai.